Search
Topics
  Create an account Home  ·  Topics  ·  Downloads  ·  Your Account  ·  Submit News  ·  Top 10  
Principale
· Home
· Scrivici
· Statistiche
· Archivio Storico
· Argomenti
· Maxi Chat
· Segnalaci a...

mariosegni.eu
vai all''archivio delle news
mercoledì 10 ottobre 2012
"una stagione indimenticabile", a vent''anni dal palaeur


lunedì 25 giugno 2012
presentazione del diario di antonio segni 1956-1964


lunedì 9 gennaio 2012
109 costituzionalisti per il si all''ammissibilità


giovedì 17 novembre 2011
un governo per l''europa. rispondere alle sfide globali


venerdì 4 novembre 2011
ci salveranno le primarie?



Nuovo Dramma Italiano
Postato il Wednesday, 07 September @ 15:03:48 CEST di fabio

L'Opinione di Fabio Ma se l'ha capito anche Pisanu perché gli altri insistono tanto?

Notizia di oggi: Pisanu apre ad un governo di larghe intese senza Berlusconi.

Accidenti... senza Berlusconi?... capirai che dramma.

E' incredibile che la politica italiana si sia ridotta a questioni di così poca rilevanza.

Non voglio assolutamente offendere nessuno ma... ci rendiamo conto? Se Berlusconi sta o non sta al governo cosa cambierà mai?

Ma ci siamo dimenticati che esistono anche gli altri? Gente brava come lui, con una testa come lui, con idee e con proposte. Ma dov'è il problema se si cambia governo? Ma dov'è il problema se cambia il Primo Ministro?

Lo scandalo è proprio nel fatto che tutta un'area di politici si sono arroccati sulla strana idea che il governo è stato scelto dal popolo sovrano.

Niente di più sbagliato. Il popolo sovrano in Italia non esiste, la democrazia è a livelli scadenti già da parecchio e la regola che dovrebbe permettere un ricambio politico in realtà è la madre di tutte le porcate. Il governo è scelto da chi vince e, bada bene, vincono sempre gli stessi.

Cambiare tale regola significherebbe rompere gli equilibri, per questo i referendari sono tanto odiati e tanto snobbati. Andare a firmare il referendum contro la legge "porcata" non cambierà le cose ma almeno darà una spinta ad un processo che dovrà cambiarle davvero. Quindi firmiamo fiduciosi, serve. Serve davvero!

Qualcuno parla di casta, io penso che la casta siamo tutti noi!

Certo, noi che accettiamo che accada tutto questo. Noi che ci facciamo prendere in giro.

Se vogliamo uscire dalla casta dobbiamo rompere gli equilibri, ma dobbiamo farlo rispettando le regole. Senza rivoluzioni, nel pieno rispetto della nostra Costituzione.

La scelta più coraggiosa è quella di convincersi che si può ancora usare la testa.

Cercare di capire, farsi domande, parlare con la gente, esprimere le proprie idee, accettare le critiche, fare qualcosa, allontanarsi dai fannulloni, guadagnare onestamente, insegnare ciò che si è imparato, dare agli altri a gratis tempo e idee.
In poche parole dovremmo tutti essere un po' più altruisti senza però essere fessi.

In quest'ottica... ma chi se ne frega se Berlusconi resta a fare il miliardario a Montecitorio o se semplicemente resta a fare il miliardario a Villa Certosa.

Io intanto resto a fare il poveraccio a casa mia.
Imparate a leggere tra le righe


 
Links Correlati
· Con Garbo
· Inoltre L'Opinione di Fabio
· News by fabio


Articolo più letto relativo a L'Opinione di Fabio:
Moody's, rating, l'oroscopo e Wiki


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico


Argomenti Correlati

Per non perdere il trenoPoliticaUn punto di vistaVerso domani


 



Web site engine\'s code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.