Search
Topics
  Create an account Home  ·  Topics  ·  Downloads  ·  Your Account  ·  Submit News  ·  Top 10  
Principale
· Home
· Scrivici
· Statistiche
· Archivio Storico
· Argomenti
· Maxi Chat
· Segnalaci a...

mariosegni.eu
vai all''archivio delle news
mercoledì 10 ottobre 2012
"una stagione indimenticabile", a vent''anni dal palaeur


lunedì 25 giugno 2012
presentazione del diario di antonio segni 1956-1964


lunedì 9 gennaio 2012
109 costituzionalisti per il si all''ammissibilità


giovedì 17 novembre 2011
un governo per l''europa. rispondere alle sfide globali


venerdì 4 novembre 2011
ci salveranno le primarie?



1.210.873 VOLTE GRAZIE!
Postato il Tuesday, 11 October @ 10:43:32 CEST di fabio

Politica Mario Segni di Mario Segni

Cari amici, questa è una lettera di ringraziamento.
Quando a luglio vi ho scritto chiedendovi aiuto, dicendo che stava per iniziare una nuova campagna referendaria, non immaginavo la risposta che voi tutti mi avreste dato, e tanto meno immaginavo la risposta corale che sarebbe venuta dagli italiani.
E’ stata una galoppata entusiasmante, un fatto imprevedibile e mai visto. Un milione e duecento mila firme (e in realtà di più data la impossibilità di raccoglierle negli ultimi giorni) sono state raccolte in meno di un mese, dato che la raccolta è iniziata in realtà ai primi di settembre.

Tutto questo ha rivelato una straordinaria voglia di cambiamento degli italiani.
Di cambiare la legge elettorale innanzitutto, dato che è ormai insopportabile l’immagine del Parlamento nominato invece che eletto.
Ma non c’è solo questo.
Chi veniva ai banchi voleva riprendersi uno strumento che la “casta” gli aveva tolto, il diritto di scelta del parlamentare.
Ma voleva riprenderselo, e spesso lo diceva, per mandare a casa una classe dirigente che ormai non è in grado di governare l’Italia.
Quindi non c’è solo voglia di cambiare una legge elettorale ignobile; c’è voglia di cambiare la classe politica.

Per adesso posiamo dire che l’effetto è stato enorme. Abbiamo cambiato l’agenda politica. Il ritorno all’indietro, che sembrava inarrestabile, è stato bloccato e l’Italia ha ripreso una marcia verso il bipolarismo.
Oggi tutti, persino quelli che l’hanno fatta, dicono che il “porcellum” è inutile, che dobbiamo sbarazzarcene al più presto.
Naturalmente i trabocchetti saranno moltissimi, le trappole infinite.
Ma abbiamo ripreso il cammino.
Naturalmente oltre una rivoluzione istituzionale, che abbiamo messo in moto, ci vorrebbe una rivoluzione politica.
L’Italia avrebbe bisogno di veder nascere qualcosa di nuovo.
Ma qui mi fermo, perché come possa nascere quella novità che tanti aspettano non è chiaro a nessuno.
Un attimo di riflessione. Intanto un grande passo l’abbiamo fatto.

Mario Segni


 
Links Correlati
· Inoltre Politica
· News by fabio


Articolo più letto relativo a Politica:
TORINO: Fuga per la vittoria o Fuga per le...POLTRONE? Ritorna il Trasformismo!


Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente



Opzioni

 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico


Argomenti Correlati

Interesse GeneraleL'Opinione di FabioL'Opinione di Gloria MonacoL'Opinione di Nando MascherpaPer non perdere il trenoPoliticaUn punto di vistaVerso domani


 



Web site engine\'s code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.