Search
Topics
  Create an account Home  ·  Topics  ·  Downloads  ·  Your Account  ·  Submit News  ·  Top 10  
Principale
· Home
· Scrivici
· Statistiche
· Archivio Storico
· Argomenti
· Maxi Chat
· Segnalaci a...

mariosegni.eu
vai all''archivio delle news
mercoledì 10 ottobre 2012
"una stagione indimenticabile", a vent''anni dal palaeur


lunedì 25 giugno 2012
presentazione del diario di antonio segni 1956-1964


lunedì 9 gennaio 2012
109 costituzionalisti per il si all''ammissibilità


giovedì 17 novembre 2011
un governo per l''europa. rispondere alle sfide globali


venerdì 4 novembre 2011
ci salveranno le primarie?



Politica: Guardare avanti.
Verso domani L’imperativo per questo 2006 è guardare oltre, andare avanti, svegliarsi dal torpore che ha avvolto l’attività nel 2005 appena trascorso. No, non è stato un anno facile quello appena passato.
Abbiamo dovuto somatizzare l’ennesima sconfitta, abbiamo dovuto realizzare che siamo ancora una volta con il Professore fuori dalle istituzioni rappresentative, ancora una volta ai piedi della montagna e ancora una volta con pochi strumenti da utilizzare per la risalita.
Ma abbiamo qualcosa di grande che nessuno può toglierci e che non può venire meno proprio ora: la consapevolezza di essere per molti versi antesignani dei tempi, la certezza che molto di ciò che crediamo, per il quale combattiamo fin dall’epoca dei popolari per la riforma ormai 14 anni fa, non sia un’utopia o una chimera ma una reale esigenza alla quale dare spazio.
E’ difficile ricominciare, richiede coraggio, richiede fermezza, ma non mi sembra siano doti che manchino ai pattisti. Siamo una razza strana, siamo quelli che fanno politica con il cuore e la passione senza ottenere nulla per il solo scopo di essere di utilità alla comunità.
Penso questa sia una cosa innegabile: nessuno di noi, né oggi né in passato, ha mai ottenuto alcunché dal proprio impegno. Non possiamo essere tacciati di fare politica per averne in cambio onore o denaro. Non ne abbiamo mai avuti nonostante sia capitato in più di un’occasione di “avere ragione”. Eppure questa è la cosa bella ed affascinante di chi ci segue, dei membri della nostra piccola famiglia. Non che si manchi di ambizione. Anzi. Quella non manca certo, tutt’altro l’obiettivo è incidere e per incidere bisogna esserci e quindi anche partecipare alle competizioni elettorali. Certo ma dove si schiera una forza come la nostra? Quale deve essere la nostra collocazione? Non ho la pretesa di avere la soluzione ad un quesito annoso e difficile, il vero motivo per il quale anche nel 2005 siamo rimasti alla finestra senza prendere posizione né per gli uni né per gli altri, e per il quale rimaniamo ad osservare quanto accade ora a meno di quindici giorni dallo scioglimento delle camere e con i partiti già in moto nel gioco di alleanze e cartelli elettorali. Ripartire dal progetto politico, da quelle linee guida che ci siamo dati meno di due anni fa, da quell’idea di un centro riformatore, liberaldemocratico, che è stato il nostro faro fin dall’inizio per trovare anche nel nuovo quadro una nostra collocazione che ci consenta di avere voce nella costruzione di un nuovo sistema Paese in grado di rispondere alle esigenze di una moderna società globalizzata. Forse l’unico suggerimento che mi sento in grado di dare è di essere meno snob e aprirci maggiormente al dialogo con gli altri. Personalmente ritengo che le nostre idee non siano “sole”. Molti altri si richiamano ai nostri stessi valori. Forse con meno convinzione, forse un po’ più pronti al compromesso, ma nel contempo fermi nel non abiurare le proprie convinzioni. Ed allora cerchiamo compagni di strada con i quali poterci confrontare, con i quali trovare una via comune nel bene e nell’interesse di tutti.
Ho un’unica preghiera da fare. Cominciamo l’anno con un impegno: trovarci tutti al più presto a Roma e mettere a punto la strategia. Dalla pagina di questo sito esorto quindi a venire a trovarci in maxi chat. Già questa mattina si dibatteva infatti se trovarsi a Roma il 14 o il 21 gennaio prossimi in modo da dar il via alla “campagna d’inverno”. Anche perché, e non lo nascondo, visto che con molti ne ho già parlato io qualche idea l’avrei, come pure qualche carta da giocarci ma mi piace pensare che essendo una famiglia le decisioni le si assuma tutti insieme.
Postato da dolla il Monday, 09 January @ 16:42:20 CET (1431 letture)
(Leggi Tutto... | Voto: 0)



Politica: SE L'IDEA DEL PARTITO UNICO E DELLE PRIMARIE FOSSE LA STRADA GIUSTA?
Politica Mario Segni di Mario Segni
info@ilpatto.it

E se questa volta Berlusconi avesse ragione?
Se l'idea del partito unico e delle primarie per la scelta del leader (e appena possibile anche per la scelta dei candidati) fosse la strada giusta?
Dobbiamo chiedercelo, perchè per una volta può essere che le parti si siano invertite: Berlusconi dice cose giuste, e altri che molte volte difendono una sacra libertà di pensarla diversamente, questa volta sbagliano.
Ebbene, io ne sono convinto. E non solo perché, non dimentichiamolo, questo fu il terreno su cui ci dividemmo aspramente nel ‘99 e nel 2000, quando noi dicevamo esattamente le cose che lui dice oggi, e lui combatteva dalla trincea opposta. Erano gli anni in cui lanciammo il terzo referendum elettorale, quella per la abolizione della quota proporzionale, che sfiorò il quorum nel ‘99, con circa 20 milioni di sì, e cadde fragorosamente nel 2000.
La conseguenza logica e necessaria della vittoria referendaria sarebbe stata il partito unico, e noi lo dicevamo pubblicamente.
Ma non basta dire che era giusto e avevamo ragione.
Bisogna vedere se le cose valide allora lo sono anche oggi, e soprattutto che cosa si può fare per arrivarci.
Postato da Fabio il Friday, 20 May @ 08:03:00 CEST (684 letture)
(Leggi Tutto... | 4014 bytes aggiuntivi | Voto: 5)



Politica: Primarie: serve un nuovo ''ciclone'' per completare il cambiamento.
Politica Mario Segni di Mario Segni
info@ilpatto.it

Riprendo il discorso su primarie nel centro destra, partito unico e cose simili.
Ho ricevuto commenti sorpresi e parecchie critiche. Bisogna quindi tornare su questi argomenti e ragionarci in profondità.
Comincio col dire che primarie e partito unico sono due temi nostri, che abbiamo portato noi nel dibattito politico che sono il logico punto finale della nostra lunga battaglia riformista. Il fatto che li abbia proposti Berlusconi non cambia nulla.
Giusti erano e giusti rimangono. Bisogna imparare a separare il grano dall’oglio, e a cogliere le poche cose buone che vengono proposte.
Questo non significa che da sole risolvano ogni problema.
Il centro destra ha un problema grande come una casa, che si chiama Silvio Berlusconi.
Il berlusconismo è stata una iattura per l’Italia, ma ha sedotto molti italiani e fatto vincere le elezioni a chi saliva su quel carro. Adesso non è più così: non fa male solo all’Italia, fa male anche a chi segue Silvio. Nel cen tro destra lo sanno tutti, ma tranne Tabacci nessuno ha il coraggio di dirlo.
Postato da Fabio il Friday, 06 May @ 08:56:54 CEST (606 letture)
(Leggi Tutto... | 4321 bytes aggiuntivi | Voto: 5)



Politica: La risposta di Mario Segni
Un punto di vista Mario Segni di Mario Segni
Maggioritario: “Avevamo ragione noi.”
Caro amico,
“Repubblica” scrive stamane che in materia di legge elettorale Berlusconi ha cambiato idea ventinove volte.
Probabilmente ha ragione.
Ma quando ne azzecca una dobbiamo riconoscerlo, ed anzi esserne contenti. Sul maggioritario, primarie e partito unico ha detto una cosa giusta: la quota proporzionale andrebbe abolita, per le candidature ci vogliono le primarie, bisogna arrivare al bipartitismo e quindi al partito unico del centro destra.
Sono le cose che diciamo da anni, e anzi in certi momenti siamo rimasti soli a dirle. Per rimanere fedeli abbiamo pagato duri prezzi. Siamo stati attaccati e presi in giro. Ora queste cose ritornano, perché le idee buone sono più forti degli uomini. Ne siamo contenti.
Naturalmente voi potreste ricordarmi che contro queste proposte Berlusconi si schierò ripetutamente, che nei referendum del 1999 e del 2000, quelli che volevano abolire la proporzionale e riformare il famoso Mattarellum, fu il nostro principale avversario.
Postato da Fabio il Monday, 02 May @ 08:47:40 CEST (822 letture)
(Leggi Tutto... | 1952 bytes aggiuntivi | Voto: 0)



Politica: Una cosa peggiore di un giudice che sbaglia: il giudice asservito ai politici
Un punto di vista di Mario Segni
http://www.ilpatto.it

Gli USA sono sempre un grande Paese, al quale molte volte bisogna ispirarsi, anche se non ne condividiamo tante cose. E la cosa mi ritorna in mente proprio in questi giorni, all'indomani della polemica per la sentenza del giudice milanese sugli islamici. Partiamo da quest'ultimo punto. Voglio dirlo subito, ad evitare equivoci. Sono rimasto sconcertato da quella sentenza. Non immaginavo che non fosse perseguibile chi in Italia arruola kamikaze. Anche perchè questo tipo di arruolamento e di indottrinamento si accompagna, probabilmente, ad ipotesi di terrorismo interno. Detto questo, se alcune reazioni sono giustamente preoccupate, altre sono eccessive, altre ancora sbagliate e pericolose.
Postato da Fabio il Friday, 28 January @ 10:53:14 CET (610 letture)
(Leggi Tutto... | 3673 bytes aggiuntivi | Voto: 0)



Cosa trovi nel portale

Voci sparse dal mondo liberale
[ Voci sparse dal mondo liberale ]

·Iniziativa europea, liberale e riformatrice: Tibet libero!
·IL ''BENE COMUNE'' SECONDO VELTRONI
·UNA PAUSA PER IL COORDINAMENTO DEI LIBERALI ITALIANI
·Appello DICO
·Non ci si siede al tavolo dei bari!
·REFERENDUM ELETTORALE IL PROF. GUZZETTA A VENEZIA
·Dopo la vittoria del ''no''. Ora più spazio ai conservatori o ai riformatori?
·VENETO LIBERALE INVITA A VOTARE NO
·UN PARTITO PER L’EUROPA

Articoli in archivio
Friday, 26 November
· DIREZIONE NAZIONALE: COSTRUIAMO IL CENTRO DESTRA DEL FUTURO.
Tuesday, 02 November
· Grazie Europa! 29 ottobre 2004: firmata la Costituzione UE
· Le tasse e i cappelletti
Friday, 22 October
· L’ANGOSCIA DELL’IRAQ
Monday, 18 October
· PERCHE' COMBATTO PER UNA LIBERALDEMOCRAZIA SERIA
Wednesday, 13 October
· DOSSIER MITROKIN
Tuesday, 12 October
· CONTINUIAMO!
Monday, 11 October
· FEDERALISMO E PARTITI
· Caro Silvio..

Total Hits

2426403
pagine viste dal September 2003

Per conoscermi meglio
Profilo Facebook di Fabio Garbo


 



Web site engine\'s code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.