Search
Topics
  Create an account Home  ·  Topics  ·  Downloads  ·  Your Account  ·  Submit News  ·  Top 10  
Principale
· Home
· Scrivici
· Statistiche
· Archivio Storico
· Argomenti
· Maxi Chat
· Segnalaci a...

mariosegni.eu
vai all''archivio delle news
mercoledì 10 ottobre 2012
"una stagione indimenticabile", a vent''anni dal palaeur


lunedì 25 giugno 2012
presentazione del diario di antonio segni 1956-1964


lunedì 9 gennaio 2012
109 costituzionalisti per il si all''ammissibilità


giovedì 17 novembre 2011
un governo per l''europa. rispondere alle sfide globali


venerdì 4 novembre 2011
ci salveranno le primarie?



Stringiamo un Patto: Interesse Generale

Cerca in questo argomento:   
[ Vai in Home | Seleziona un nuovo argomento ]

DIO È MORTO
Interesse Generale Se c'è una canzone che parte da una cruda immagine del presente per dare una sincera speranza per il futuro, questa è indubbiamente "DIO E' MORTO" di Francesco Guccini.
Ascoltare attentamente le parole cantate da iorella Mannoia è il miglior modo per augurare a tutti un Migliore 2009 a tutti

Postato da Fabio il Tuesday, 30 December @ 18:55:13 CET (1613 letture)
(Leggi Tutto... | Voto: 4)



PRIMO CONVEGNO LAICO
Interesse Generale PRIMO CONVEGNO LAICO

PROMOSSO DA AXTEISMO

Sabato 18 e Domenica 19 Ottobre 2008 inizio ore 9:00

Arpiola di Mulazzo (Massa Carrara) Palestra Comunale

a disposizione ampio parcheggio gratuito

Ingresso libero

Postato da Fabio il Thursday, 16 October @ 08:51:55 CEST (1398 letture)
(Leggi Tutto... | 4585 bytes aggiuntivi | Voto: 0)



L’ITALIA SI APPRESTA A VIETARE LA CONSULENZA FINANZIARIA?
Interesse Generale Anonymous Scrive "Secondo il sostituto procuratore Antonio Ingroia, gli italiani avrebbero "bisogno più di consulenti finanziari che di uomini armati"."La mafia più insidiosa è soprattutto finanziaria, la mafia degli affari non quella militare nè quella stragista".

Mentre tutto il resto del mondo rende obbligatoria la consulenza indipendente nelle assicurazioni, l'Italia si prepara a rendere obbligatorie le assicurazioni nella consulenza indipendente.

Nel sito della Consob (www.consob.it) è possibile oggi consultare la bozza sul REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELL’ARTICOLO 18-BIS, DEL D.L.G.S. N. 58/1998 IN MATERIA DI CONSULENTI FINANZIARI. Chiunque volesse, è anche invitato ad inviare le sue osservazioni alla Commissione al fine di portare il proprio contributo ad un tema così centrale nella vita di ciascuno di noi, operatori e non.
Data la speciale importanza del regolamento che si stà costituendo, sono state raccolte le osservazioni di alcuni esperti che hanno deciso di rendere pubblici i loro studi affinchè chiunque voglia possa liberamente utilizzare o divulgare le loro idee in tutto, o in parte soltanto.
In alcune di queste osservazioni, si legge che l'art. 8, 2° comma del regolamento nella forma preparatoria renderebbe obbligatoria una "polizza assicurativa" per i consulenti finanziari. La conseguenza pratica e concreta di questa scelta, sarebbe di introdurre elementi di sponsorship con il collocatore impedendo qualsiasi aspirazione di servizio al risparmiatore ed alll'investitore ed esponendo i consulenti finanziari al “gravissimo e attuale” pericolo di soggezione alle attività di lobby del settore assicurativo. Sponsorship significa una relazione in forza della quale la riconoscibilità e attendibilità di qualcuno dipende da un soggetto sponsor. Guardando oltre i nostri confini, in effetti si osserva un movimento culturale ed economico che sta spostando la sua attenzione verso un approccio fondamentale ai temi che riguardano i mercati finanziari globali, oltre che europei. L'attenzione delle autorità governative e di quelle indipendenti, sostenute da una crescente domanda delle popolazioni interessate, mira ad introdurre l’obbligatorietà della figura del "consulente indipendente", o "investment manager", nella gestione dei fondi assicurativi, pubblici, bancari o istituzionali in genere, oltre che delle imprese private e dei consumatori.
L’Italia, invece, anzichè adeguare le proprie isituzioni al nuovo stato dell'economia, introdurrebbe le compagnie di assicurazione all’interno delle professioni emergenti in generale e di quella del consulente finanziario in particolare.
Le associazioni di fondi d’investimento e di venture capital riconoscono che vi è un crescente scetticismo e attegiamento critico nei confronti dell'industria del risparmio gestito europeo. “Locuste” sarebbe stata una delle recenti definizioni da parte di importanti esponenti politici europei. Tuttavia, avvertono, introdurre sistemi di maggiore trasparenza e di consulenza ridurrebbe drasticamente i costi per i risparmiatori e simmetricamente, le risorse per le società di gestione. In tal modo, “colpendo le società di gestione verrebbe penalizzata la struttura proprietaria attuale del sistema economico europeo a vantaggio di societa per azioni o di imprenditori privati”.
Consulenti finanziari indipendenti iterpellati sull'argomento, ritengono invece che l'imposizione di un controllo delle assicurazioni sulla consulenza finanziaria risulterebbe difficilmente controllabile nel tempo, specie se si considera la dura realtà dei mercati finanziari con cui gli operatori, assicurazioni comprese, sono costretti a misurarsi. Una struttura come quella in fase di approvazione, in altre parole, "renderebbe opaca e inadeguata la regolamentazione del mercato finanziario italiano specie agli occhi degli investitori e dei potenziali investitori nazionali ed internazionali. Si pensi ad es. ad un potenziale investitore corporate – o istituzionale - con l’intenzione di costituire un trust d’impresa che dovrebbe fare affidamento a dei soggetti [i consulenti] la cui legittimità dipende, ed è discrezionalmente rinnovata, dalle compagnie di vendita di prodotti assicurativi, finanziari in genere, fino a ricomprendere ovviamente anche mutui e altre forme di debito...". In effetti, si può verosimilmente ritenere che l’azienda della fattispecie in esempio costituirà il predetto trust in un’altra nazione con un differente ordinamento giuridico (oppure non lo costituirà affatto). In pratica, la norma anziché istituire il consulente indipendente, vieterebbe il consulente indipendente.

D’altra parte, la norma va a prevedere una garanzia patrimoniale inutilmente, sia perché il consulente finanziario è probabilmente tra le poche figure in Italia che, fino ad oggi, offre la maggiore garanzia di prestazione: l’allineamento degli interessi con l’investitore/risparmiatore; sia perchè le persone “non (...) autorizzate a detenere fondi o titoli appartenenti ai clienti (...) per questo motivo non possono mai trovarsi in situazione di debito con i loro clienti” - art. 3 Direttiva 2004/39/Ce del Parlamento Europeo e del Consiglio. Profili di illegittimità costituzionale verrebero poi in evidenza.
E’ vero, tuttavia, che alcuni media sostengono la necessità di garanzie patrimoniali personali del consulente nell’ambito della professione di consulente agli investimenti. Al riguardo, però, possibili soluzioni potrebbero essere facilmente trovate nel caso di consulenti finanziari che utilizzino fondi d’investimento per la gestione finanziaria dei propri clienti. Questa circostanza, si ritiene, andrebbe esclusa dalla previsione dell’obbligo di polizza di cui all’art. 2, poichè sarebbero gli strumenti utilizzati [i fondi] ad offrire le garanzie patrimoniali adeguate e non la "polizza del consulente" la cui funzione “sarebbe pedissequa, oltrechè contradittoria".

L'altra norma che impedirebbe forme di consulenza finanziaria indipendente sarebbe l'art. 12, 2° comma, del regolamento in attesa di approvazione, che prevede il divieto di ricevere prestazioni da soggetti diversi dal cliente al quale è prestato il servizio. Tale divieto è ritenuto illogico, irrazionale e fonte a sua volta di "sospetti confusi, non razionali o non razionalizzati" a danno di tutta la categoria non ancora nata.
Regolati, infatti, i compensi del consulente, gli obblighi della best execution per il consulente e il conflitto di interesse, questa norma colpirebbe "irragionevolmente l’uso da parte del consulente di prestazioni di soggetti terzi anche quando queste siano dirette ad accrescere il valore e l’utilità del servizio per il cliente". Si pensi ad es. che “tale norma vieterebbe al consulente perfino i servizi di sartoria o di segreteria se utilizzati per l'esecuzione del servizio”.

E' evidente che in tal modo, danneggerebbe il cliente ed il mercato anziché favorire l’accesso agli scambi. Possibili soluzioni sarebbero semplicemente "aggiungere la dicitura: “...qualora non aumentino il valore, l’utilità o la fruibilità del servizio a vantaggio del cliente.”"

Riguardo la struttura proprietaria dell'economia europea infine, i consulenti interpellati hanno fatto osservare come l'attuale organizzazione gestionale, basata sulla tradizionale ideologia del conflitto d’interessi, anzichè introdurre elementi di democrazia nell'economia del continente, potenzia e protegge le gerarchie monopolistiche, opacizzando le strutture proprietarie e le modalità sulla base delle quali avvengono gli spostamenti dei capitali. Anche in questo caso, come sempre, la chiarezza delle informazioni - e la trasparenza nelle valutazioni che dirigono gli scambi - potrebbe essere la chiave per risolvere l'attuale crisi economica, "evitando che investimenti, risparmi e pensioni vadano tutti – o quasi - a finanziare società che non lo meriterebbero".

Fonti:
www.consob.it
www.sb-ic.com
Financial Times 20-06-08 p.26
http://www.unibo.net/portal/modules.php?name=News&file=article&sid=21

"
Postato da Fabio il Thursday, 03 July @ 12:08:15 CEST (1202 letture)
(Leggi Tutto... | Voto: 5)



Giornata Internazionale del Risparmio Energetico
Interesse Generale

M’ILLUMINO DI MENO 2007
Giornata Internazionale del Risparmio Energetico

>> IL DECALOGO DI CATERPILLAR

>> L'OTTALOGO DEL MINISTERO DELL'AMBIENTE

Per il terzo anno consecutivo Caterpillar lancia per il 16 febbraio 2007 M’illumino di meno, la giornata nazionale del risparmio energetico, quest’anno diventata internazionale.
Dopo il successo delle passate edizioni Massimo Cirri e Filippo Solibello chiederanno nuovamente agli ascoltatori di dimostrare come il risparmio sia una possibilità concreta e reale a cui attingere oggi stesso per superare i problemi energetici che assillano il nostro paese e gran parte delle nazioni del pianeta.

L’invito rivolto a tutti è quello di spegnere le luci e tutti i dispositivi elettrici non indispensabili il 16 febbraio 2007 alle ore 18.

Semplici cittadini, scuole, aziende, musei, gruppi multinazionali, astrofili, società sportive, gruppi scout, istituzioni, associazioni di volontariato, università, cral aziendali, negozianti e artigiani uniti per diminuire i consumi in eccesso e mostrare all’opinione pubblica come un altro utilizzo dell’energia sia possibile.

In particolare, moltissimi ristoranti organizzeranno cene a lume di candela, mentre le amministrazioni locali forniranno il colpo d’occhio più spettacolare all’iniziativa effettuando spegnimenti simbolici delle grandi piazze italiane e dei monumenti più importanti (negli anni scorsi ad esempio l’Arena di Verona, il Duomo di Milano, la Mole Antonelliana di Torino, Palazzo Vecchio a Firenze, le piazze di Catania, Bari, Bologna, Palermo e tante altre).

Sul bottone Chi ha aderito qui a lato sono segnalate le iniziative più interessanti, come esempi che possono essere riprodotti da altri.

Nelle due precedenti edizioni M’illumino di meno ha contagiato centinaia di migliaia di persone impegnate in una allegra e coinvolgente gara etica di buone pratiche ambientali. Lo scorso anno si risparmiò, nella sola ora e mezza di durata della trasmissione, l’equivalente del consumo medio quotidiano di una regione come l’Umbria.

La campagna di M'illumino di meno inizierà il 15 gennaio e si protrarrà per un mese fino al 16 febbraio (anniversario dell’entrata in vigore del protocollo di Kyoto). Caterpillar racconterà giorno per giorno le iniziative più originali, la preparazione delle piazze e dei comuni in Italia e all’estero, le idee più innovative di chi propone soluzioni per abbattere il grafico dei consumi energetici.

Quest’anno l’iniziativa è patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e dal Ministero delle Politiche Agricole.

e-mail: caterpillar@rai.it

Postato da Fabio il Thursday, 15 February @ 11:58:52 CET (1076 letture)
(Leggi Tutto... | Voto: 0)



Un deragliamento annunciato
Interesse Generale censurato
Postato da Fabio il Friday, 13 October @ 11:44:38 CEST (1136 letture)
(Leggi Tutto... | Voto: 0)



Cosa trovi nel portale

Arte e Cultura
[ Arte e Cultura ]

·Concorso Internazionale di Musica Sacra
·Domani la finale del 6° Concorso internazionale di Musica Sacra
·AL VIA IL 5° CONCORSO VOCALE INTERNAZIONALE DI MUSICA SACRA
·VINCENT VAN GOGH. LE OPERE DISPERSE
·ALBIGNASEGO - Le origini, la storia
·MASERA' - Le origini, la storia
·DUE CARRARE - Le origini, la storia
·BATTAGLIA TERME - Le origini, la storia
·IL DIVIN PITTORE

Articoli in archivio
Monday, 14 August
· amnistia per reati fino a cinque anni
Monday, 24 July
· Il 5° Concorso Vocale Internazionale di Musica Sacra
Wednesday, 30 November
· MAFIA ,OMERTA' E RIGORE E CERTEZZA DELLA PENA
Tuesday, 26 July
· Come beneficiare degli effetti economici della globalizzazione?
Wednesday, 13 July
· Ci è costato € 180.000,00
Wednesday, 30 March
· Politiche 2006:
Friday, 26 November
· Parliamo di tasse
Friday, 22 October
· L’ANGOSCIA DELL’IRAQ
Monday, 11 October
· Siamo sempre alle solite..
Monday, 05 July
· Il Pinguino marcia su Monaco
Friday, 27 February
· Norme per il diritto al lavoro dei disabili.

Total Hits

2491888
pagine viste dal September 2003

Per conoscermi meglio
Profilo Facebook di Fabio Garbo


 



Web site engine\'s code is Copyright © 2002 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.